Tag Archives: #vegan

Penne con radicchio e pachino — Pasta with red chicory and cherry tomatoes

3 Ago

Da buon Italiano non posso non amare la pasta..e infatti la adoro! Oggi vi propongo una ricetta particolare col radicchio e i pachino. E’ un piatto davvero gustoso e se andate di fretta non vi preoccupate ci vuole davvero poco tempo per realizzarlo. Devo ammettere che il gusto un pó amaro del radicchio si sposa benissimo con quello piú dolce del pomodoro! provare per credere! 😉
Ingredienti per 2 persone:
1 piccolo cespo di radicchio
12 pomodorini pachino
qualche foglia di basilico
olio evo
sale
180 grammi di pennette di farro.
Tagliate i pachino in 4 parti e metteteli in una padella con un cucchiaio di olio e un pó d’acqua.

As a good Italian, I love pasta!! Today I want to propose you a particular recipe with red chicory and cherry tomatoes. It’s a really tasty dish and if you’re in a hurry, do not worry! It takes very little time to make it. I have to say that the bitter taste of the  red chicory  goes on perfectly well with the sweeter taste of tomatoes ! Try it! 😉
Ingredients for 2 people:
1 small head of radicchio
12 cherry tomatoes
a few basil leaves
extra virgin olive oil
salt
6,35 oz spelt pennette.
Cut the tomatoes into 4 pieces and place them in a pan with a tablespoon of olive oil and one of water.

DSC_0228

 

Cuocete a fuoco alto per 3-4 minuti e poi aggiungete il radicchio tagliato a listarelle e saltate.

Cook over high heat for 3-4 minutes and then add the red chicory cut into strips and some salt.

DSC_0229

 

Mescolate, coprite con un coperchio e fate cuocere per circa 10 minuti, se serve aggiungete ancora un altro pó d’acqua. Spezzate un paio di foglie di basilico e aggiungetelo al sugo. Cuocete la pasta, versatela in padella, fate saltare per qualche secondo; condite con un filio d’olio d’oliva e decorate con qualche altra foglia di basilico.

Stir, cover with a lid and cook for about 10 minutes, if you need it add some more  water. Break a couple of basil leaves and add to the sauce. Cook the pasta, pour it into the pan, saute for a few seconds; season with a drizzle of olive oil and decorate with a few more basil leaves.

DSC_0246

Buon appetito!

Insalata di mirtilli e finocchi — Blueberries and fennel salad

25 Lug

Ecco un’idea di insalata veloce fresca e con poche calorie per la vostra estate!!! 🙂

Ingredienti:

1 finocchio

1 carota

una manciata di mandorle tritate

qualche mirtillo

sale, olio, limone.

Per prima cosa tagliate il finoocchio in piccole striscioline e grattugiate la carota. Versatele in una zuppiera e condite con un pizzico di sale ed un’emulsione fatta di un cucchiaio di olio evo e un cucchiaio di succo di limone. Aggiungete qualche mirtillo e delle mandorle tritate e servite!

Here’s a fresh and fast idea for a salad with few calories just great for your hot summer days! 🙂

Ingredients:

1 fennel

1 carrot

a handful of almonds

some blueberry

salt, oil and lemon.

First cut the fennel in small strips and grate the carrot. Pour them into a bowl and season with a pinch of salt and an emulsion made ​​of a tablespoon olive oil and a tablespoon of lemon juice. Add some blueberries and chopped almonds and serve!

DSC_0223

 

 

 

Pappardelle con pesto alla Trapanese — Pappardelle with pesto Trapanese

24 Lug

L’altra notte non riuscivo a dormire e facendo zapping sono finito su un canale di cucina dove uno chef stava preparando il famoso pesto alla Trapanese. Devo ammettere che non ne avevo mai sentito parlare, ma gli ingredienti che stava utilizzando hanno subito colpito la mia attenzione o forse meglio dire il mio palato! 😉
La mattina dopo mi sono svegliato con una voglia matta di provare a fare questo pesto e allora sono subito corso al mercato di Piazza Vittorio per acquistare tutti gli ingredienti necessari. Ho cambiato un pochino la versione originale dandone una mia personale versione senza l’aglio e il pecorino. La pappardelle erano deliziose! Provare per credere! 🙂
Ingredienti per 2 persone:
180 gr di pappardelle di farro integrale
5 pomodorini pachino
1 mazzetto di basilico
50 grammi di mandorle spellate
olio evo
sale.

 I could not sleep the other night and while I was doing zapping on tv I ended up on a cooking channel where a chef was preparing the famous Trapanese pesto. I must admit I had never heard of it before, but the ingredients that he using immediately struck my attention or I’d better to say my palate! 😉
The next morning I woke up with a craving to try and make this pesto and then I immediately ran to the market in Piazza Vittorio to buy all the ingredients. I changed the original version a little bit  by giving my own personal version without  garlic and pecorino. The pappardelle were delicious! Try it! 🙂
Ingredients for 2 people:
6,35 oz  wholemeal spelled pappardelle
5 cherry tomatoes
1 bunch of basil
1,76 oz  blanched almonds
extra virgin olive oil
salt.

DSC_0215 (2)
Per prima cosa facciamo subito il pesto. Mettete nel mixer le foglie di basilico e le mandorle, due cucchiai di olio, un pó di sale e frullate fino ad ottenere una crema. La mandorle dovranno risultare ben triturate.

First, we do the pesto. Put the basil leaves in a blender with the almonds, two tablespoons of olive oil, a pinch of salt and blend until it becomes creamy. The almonds should be well crushed.

DSC_0233

 

Intanto incidete i pomodorini con un coltello e fateli sbollentare in acqua bollente per 1 minuto circa. Il tempo che la buccia cominci a staccarsi da sola.

Meanwhile, carve the tomatoes with a knife and let them blanch in boiling water for about1 minute. The time necessary to the skin to peel off by itself.

DSC_0221

 

Quando sono pronti versateli in un recipiente con dell’acqua fredda, cosí non vi scotterete le mani, e levate via la buccia che a questo punto andrá via molto facilmente.
Aggiungete i pomodorini nel mixer e frullate il tutto. Ora prendete il pesto, versatelo in una ciotola, ricoprite con dell’olio d’oliva e fatelo riposare. Basterá il tempo che vi serve per cuocere la pasta.

When they are ready to pour them into a bowl with cold water, so you won’t burn your hands and lift off the skin that at this point will go away very easily.
Add the cherry tomatoes in a blender and blend it all. Now take the pesto, pour it into a bowl, cover with olive oil and let it rest for the time you need to cook the pasta.

DSC_0234

Cuocete le pappardelle e condite con il pesto! 🙂

Cook the pappardelle and top them with the Trapanese pesto! 🙂

DSC_0241

 

Buon appetito! 🙂

Zucchine ripiene — Stuffed zucchini

25 Apr

La zucchina é una verdura che si puó cucinare davvero in mille modi, inoltre ha pochissime calorie quindi si puó mangiare senza troppe preoccupazioni!!! Questa volta ho deciso di farle ripiene al forno. Per il ripieno potete sbizzarrirvi con tutto quello che avete in casa. Io ho provato cosí:
2 zucchine
100 gr di anacardi
1 carota
1 scalogno
3 cucchiai di farina di ceci
acqua
sale
olio evo.
Tagliate le zucchine per lungo e fatele bollire per una decina di minuti. Con un cucchiaino togliete la parte centrale e mettetela da parte.

Zucchini is a vegetable that you can really cook in a thousand ways , it also has very few calories so you can eat it without  too many worries! This time I decided to try baked stuffed zucchini. The filling can be made ​​with whatever you got at home. I tried like this:
2 zucchini
3,5 oz cashews
1 carrot
1 shallot
3 tablespoons of chickpea flour
water
salt
extra virgin olive oil .
Cut the zucchini lengthwise and boil them for ten minutes. Using a spoon, remove the central part and set it aside.

blog2 (2)

Intanto in una ciotola versate la farina, la carota tritata, gli anacardi tritati, un pizzico di sale e aggiungete dell’acqua, quanto basta ad avere una pastella abbastanza liquida.

Meanwhile, in a bowl put the chickpeas flour, the chopped carrot, the chopped cashew nuts, a pinch of salt and add some water, just enough to have a fairly liquid batter.

DSC_0999

In una padella mettete lo scalogno tritato insieme alla parte delle zucchine che avete rimosso, un cucchiaio di olio e mezzo bicchiere d’acqua, salate e fate cuocere finché tutta l’acqua non sará evaporata. Ora versate l’impasto di farina di ceci nella padella e mescolate bene. Riempite le zucchine vuote con l’impasto ottenuto e infornate per 10-15 minuti a 225 gradi.

In a pan put the chopped shallots along with the part of the zucchini that you removed, a tablespoon of olive oil and half a cup of wate, salt and cook until all the water will be evaporated. Now pour the mixture of chickpea flour into the pan and mix well. Fill the empty zucchini with the mixture and bake for 10-15 minutes at 437 F.

DSC_1008

Enjoy!!! 🙂

DSC_1017

Parmigiana di melanzane veg — Veg eggplant parmesan

22 Apr

Ok sono sincero, su questa ricetta avevo qualche dubbio anche perché direte voi la parmigiana senza parmigiano…e in effetti lo pensavo anche io.. e invece mi sono dovuto ricredere!!! Era squisita, e non lo dico soltanto io, anche i miei amici che l’hanno assaggiata!!!! Sicuramente bisognerebbe dargli un altro nome, ma per facilitá l’ho chiamata parmigiana. Vi dico come farla, provateci magari piace anche a voi! 😉
Ingredienti:
2 grosse melenzane
2 bottiglie di passata di pomodoro
lievito alimentare in scaglie
besciamella di soia
origano
sale
olio evo
pangrattato (facoltativo).

Ok I’m sincere, I had some doubts about this recipe because you know, eggplant parmesan without parmesan… and actually I thought so too .. and instead I had to think again! It was delicious, and Iam not the only one who says so, also my friends who have tasted it!! Surely I should give it another name, but I called it veg eggplant parmesan because it was easier to explain. I tell you how to do it, maybe if you try it, you will love it, too! 😉
Ingredients:
2 large eggplants
2 bottles of tomato sauce
yeast flakes
soy sauce
oregano
salt
extra virgin olive oil
bread crumbs (optional).

DSC_1006.NEF

Per prima cosa affettate le melanzane di uno spessore di circa 4-5 mm. Mettetele in uno scolapasta con del sale grosso tra uno strato e l’altro. Coprite con un coperchio,sistemate un peso sopra e lasciate cosí per un’oretta, in modo che perdano l’amaro. In una padella scaldate la salsa di pomodoro con una manciata di sale, spegnete il fuoco e aggiungete due cucchiai di olio evo.

 

First slice the eggplants of a thickness of about 0,16 – 0,20 in. Put them in a colander with some coarse salt between each layer. Cover with a lid, place a weight on top and leave for about one hour, so that they can lose the bitterness. In a pan, heat the tomato sauce with a handful of salt you don’t have to boil it, turn off the heat and add two tablespoons of extra virgin olive oil.

DSC_1008 (2)
Passata un’ora lavate e asciugate per bene le melanzane. Prenda una pirofila e cominciate a formare gli strati. Innanzitutto sulla base versate della besciamella, poi le melanzane, il sugo, il lievito in scaglie, l’origano e continuate cosí fino a finire tutte le melanzane.

After an hour wash and dry the eggplant well. Take a pan and begin to form the layers. First put some bechamel on the basis of pan, then eggplants, tomato sauce, yeast flakes, oregano, and continue until you finish all the eggplants.

DSC_1010

Alla fine se volete ricoprite con del pangrattato. Coprite con della carta argentata e infornate a 200 gradi per mezz’ora. Dopodiché togliete la carta argentata e continuate la cottura per altri 15- 20 minuti.
Buon appetito!

 At the end if you want, you can put some bread crumbs on top. Cover with the foil and bake at 392 F for half an hour. Then remove the foil and continue cooking for another 15-20 minutes.
Buon appetito!

DSC_1019 (2)

Fiadoni alla bieta — Chard’s “Fiadoni”

19 Apr

Per Pasqua ho deciso di non pubblicare nessuna ricetta di dolci, anche perché sicuramente ne vedrete in giro tantissimi e ne mangerete in quantitá industriali, ma bensí un piatto tipico della tradizione della mia regione, il Molise, che mia mamma prepara a ogni Pasqua sin da quando ero bambino: Il fiadone alla bieta;  conosciuto dalle mie parti come “ru sciaton”. E’ molto semplice da preparare, praticamente potete usare l’impasto del pane e poi farcirlo con della bieta e delle olive nere. Ma vediamo innanzitutto gli ingredienti per l’impasto:
500 gr di farina di kamut (o altra che piú vi piace)
35 gr di lievito madre essiccato (o lievito di birra)
15 gr disale
10 gr di zucchero
300 ml di acqua tiepida.

For Easter I decided not to publish any sweet recipe, firstly because surely you will see around the net a thousands, and secondly because you will surely eat a lot of them. So I decided to post the recipe of a traditional dish from my region, Molise, my mom makes it every Easter since I was a child child: The fiadone with chard, also called in our dialect “ru sciaton.” It is very simple to prepare, basically you can use the bread dough and then stuff it with chard and black olives. But let’s see first of all the ingredients for the dough:
17,6 oz 5 kamut flour (or an other one that you like)
1,2 oz dried yeast (or brewer’s yeast)
0,5 oz salt
0,4 oz sugar
10,1 fl oz warm water.

Versate la farina e il sale in una ciotola. Riempite un recipiente con l’acqua, versate lo zucchero e il lievito e girate fin quando non si saranno sciolti. Cominiciate a versare l’acqua sulla farina a poco a poco e intanto impastate fino ad ottenre un impato liscio ed omogeneo. Lasciate lievitare l’impasto per circa due ore, avvolgendolo in un panno umido in un luogo caldo.

Pour the flour and the salt in a bowl. Fill a container with warm water, add the sugar and the yeast and melt. Start to to pour the water into the flour little by little and knead until the dough becomes smooth and homogeneous. Let the dough rise for about two hours, wrapped in a damp cloth on a warm place.

Per il ripieno:
400 grammi di bieta
una confezione di olive nere denocciolate
olio evo

For the filling:
14,11 oz  chard
a package of pitted black olives
extra virgin olive oil

Pulite la bieta e cuocetela a vapore per circa 15 minuti. Passatela in padella, salatela, conditela con un filo di olio da crudo, aggiungete le olive che avrete tagliato a pezzetti e fatela rosolare a fiamma bassa per qualche minuto.

Clean the chard and steam it for about 15 minutes. Pass it in a pan, add salt, toss with a little oil, add the olives that you have previously cut into small pieces and sauté over low heat for a few minutes.

Trascorso il tempo di lievitazione prendete l’impasto e ricavate all’incirca 15 palline della grandezza all’incirca di una pallina da tennis; stendetele con il mattarello in modo da ottenere un disco di impasto sul quale andrete ad adagiare una manciata abbondante di bieta. Ora chiudete a metá il disco ricavando una forma a mezza luna, fate dei buchi sulla superficie con una forchetta, spennellate con un pó di olio evo e infornate a 200 gradi per circa 15-20 minuti, ovvero finché il fiadone non risulterá bello dorato.

After the rising time, take the dough and turn it into 15 balls, almost the size of a tennis ball, and roll them out with a rolling pin to create a disc of dough on which you are going to lay a generous handful of chard. Now close to half the disk by cutting a half-moon shape, make a few holes in the surface with a fork, brush with a bit of olive oil and bake at 392 F for about 15-20 minutes, until the fiadone will turn gold.

blog2

Buona Pasqua a tutti!

Happy Easter everybody!

20140418_182617

 

Cavoletti di Bruxelles e finocchi gratinati — Brussels sprouts and fennel au gratin

16 Apr

Avete presente quelle sere che non sapete proprio cosa cucinare e in casa non avete niente? Ecco io per l’appunto ieri sera apro il frigo e noto che le uniche cose che avevo erano dei broccoletti di Bruxelles e dei finocchi, allora ho inventato cosí su due piedi questa ricetta che si é rivelata una sopresa positiva. A vederla nella pirofila sembrava quasi una lasagna, ma sicuramente molto piú veloce e semplice da preparare. Puó fare sia da contorno che da secondo. Gli ingredienti che vi servono sono:
una vaschetta di cavoletti di Bruxelles
1 finocchio
pan grattato
olio evo
sale
pepe nero
Pulite i cavoletti di Bruxelles eliminando le foglie piú esterne e fateli cuocere a vapore per circa 10 minuti, solo il tempo di ammorbidirli un pó.

Do you know those nights when you don’t know what to cook and you don’t reallt have anything at home? That’s what happened yesterday night when  I opened the fridge and the only things I had were Brussels sprouts and some fennels. So I invented this recipe out of nowhere and the resut was a very a positive surprise. It looked almost like a lasagna, but definitely much faster and easy to prepare. You can serve it as side dish or a main course. The ingredients you need are:
a bowl of Brussels sprouts
1 fennel
breadcrumbs
extra virgin olive oil
salt
black pepper.
Clean the Brussels sprouts removing the more external leaves and let them steam for about 10 minutes, just the time to soften them a little bit.

DSC_1004

Intanto lavate e pulite il finocchio e tagliatelo in pezzetti molto piccoli.

Meanwhile, wash and clean the fennel and cut it into very small pieces.

DSC_1009

Ricoprite una pirofila con della carta da forno e oliatela. Tagliate i cavoletti a metá e adagiateli uno alla volta nella pirofila cercando di coprire tutta la superficie, facendo attenzione a lasciare dello spazio tra un cavoletto e l’altro. Ora ricoprite con il trito di finocchio, salate, pepate e condite con un altro filo d’olio.

Coat a baking dish with baking paper and spill some olive oil on it. Cut the sprouts in half and place them in the pan one at a time trying to cover the entire surface, making sure to leave space between a sprout and another. Now cover with the chopped fennel, salt, pepper and add another drizzle of olive oil.

DSC_1011

Infornate per circa 30 minuti a 225 gradi.

Bake for about 30 minutes at 437 F degrees.

DSC_1021